Fondazione Cassa di Risparmio di Cento
Comunicati stampa
Assemblea dei Soci del 30 ottobre 2014
Si è svolto il 30 Ottobre u.s., l'appuntamento autunnale con Assemblea dei Soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento. All'Ordine del giorno, il parere dei soci sul Documento Programmatico Previsionale 2015 e sul Piano Programmatico Pluriennale 2015-2017.
Fondazione Cassa di Risparmio di Cento
Il primo è il documento che programma la spesa della Fondazione per il prossimo anno, suddividendola nei vari settori di intervento. Ne definisce gli obiettivi, le linee di operatività e le linee di intervento tenendo conto delle risorse disponibili per il prossimo anno: in parte derivanti dall'avanzo di gestione 2014, ma la parte più consistente è quella che verrà prelevata dal Fondo di stabilizzazione delle erogazioni, creato nel 2009 proprio per far fronte a minori disponibilità e poter garantire la continuità della operatività. L'utilizzo delle risorse del Fondo consentirà di ridurre l'impatto negativo di questa congiuntura sull'attività erogativa e di rispettare gli impegni presi per la realizzazione degli interventi programmati.
Il Piano Programmatico Pluriennale per il triennio 2015-2017 definisce in linea di massima gli indirizzi strategici, gli obiettivi da perseguire, le linee di operatività, le priorità, gli strumenti di intervento, i settori di intervento individuati in base alle esigenze del territorio.

Tante le novità introdotte, ma tante anche le conferme di attività ben avviate e che raccolgono consensi da più parti. Tutto sempre nel rispetto dei dettami statutari e per cercare di rispondere alle sempre più numerose richieste di Enti e associazioni.

E' di 1.100.000 euro la cifra disponibile per il prossimo anno, suddivisa in 800.000 euro per i settori rilevanti (Educazione, Istruzione e Formazione; Salute Pubblica, Medicina Preventiva e riabilitativa; Arte, Attività e Beni Culturali; Sviluppo Locale Ed Edilizia Popolare Locale; Assistenza agli Anziani) e 300.000 euro per i settori ammessi (Volontariato, Filantropia e Beneficenza; Crescita e Formazione Giovanile, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Protezione Civile; Famiglia e Valori Connessi).
Soddisfazione è stata espressa per la messa a punto del progetto Mutuo Prima Casa che si pone l'obiettivo di proporre un aiuto ai giovani che desiderano acquistare la prima casa. Dedicato in particolare alle fasce più deboli della popolazione, con questa iniziativa verrà messa a punto, con l'aiuto della Cassa di Risparmio di Cento SpA, uno strumento per favorire la concessione di mutui ad un tasso di interesse agevolato per l'acquisto della prima casa: la Fondazione contribuirà coprendo una quota degli interessi al fine di abbattere la rata del prestito nei primi anni. L'iniziativa nasce nell'ambito del settore Sviluppo economico ed edilizia popolare.
Per cercare di dare nuovo impulso al settore dell'Arte, la Fondazione ha pensato di lanciare nel 2015 la 1° Edizione della Biennale d'arte Don Franco Patruno, un'iniziativa che sarà rivolta ad artisti under 30 provenienti dalle province di Ferrara, Bologna e Modena.
Sempre presente nel settore della Ricerca Scientifica, visti gli straordinari risultati raggiunti negli ultimi tre anni, è stato confermato l'impegno a favore delle attività svolte presso il CenTec, il laboratorio di ricerca applicata che ha sede a Cento, dell'Università degli Studi di Ferrara, che vede impegnati ricercatori e studenti in stretta collaborazione con le aziende del territorio, e delle iniziative del Consorzio Cento Cultura.
Nel settore dell'Istruzione confermato l'oramai storico Premio Letteratura per Ragazzi, il premio Pagella d'Oro che premia i migliori studenti delle scuole superiori ed il Bando Borse di Studio rivolto a studenti universitari che svolgono un periodo di studio all'estero.
Molta era l'attesa dei soci presenti di conoscere lo stato del progetto relativo alla costruzione del nuovo Pronto Soccorso. Un progetto caro a tutta la cittadinanza centese, e non solo (il Pronto Soccorso di Cento infatti raccoglie utenti da un bacino molto vasto, allargato anche alle provincie di Bologna e Modena), tanto che la Fondazione si è assunta l'impegno di portare a termine il completamento di questo progetto e recentemente ha deliberato l'incremento del finanziamento complessivo, da 1 milone e mezzo di euro a circa € 2.000.000. Dopo un lungo e attento lavoro di ricerca e valutazione è stata scelta la ditta che effettuerà i lavori e il prossimo anno vedremo l'apertura di un cantiere che rappresenta un'opportunità di rilancio del nosocomio centese e il miglioramento in termini di qualità dell'accoglienza per le migliaia di pazienti che ogni anno si rivolgo al Pronto soccorso centese.
"Questo del Pronto Soccorso è solo l'ennesimo intervento che la Fondazione ha attuato a favore dell'Ospedale centese. In vent'anni di attività abbiamo acquisto TAC e Risonanza Magnetica, abbiamo finanziato impianti di climatizzazione per le camere, fornito letti per la terapia intensiva, colonne laparoscopiche, ecografi e tanto altro. Abbiamo contribuito alla costruzione di Villa Verde e oggi siamo ancora qui, a sostenere il nostro Ospedale, per dare un servizio a tutti i cittadini. E' questo che fa una Fondazione bancaria, è vicina al suo territorio" è stato il commento della Presidente Cariani.

Focus: La Tassazione sulle Fondazioni del Governo Renzi.
La notizia è arrivata l'ultima settimana di Ottobre: la Legge di stabilità 2015 del Governo Renzi inasprirà ulteriormente la tassazione sulle Fondazioni. Una manovra retroattiva che avrà un impatto diretto sulle Fondazioni di origine bancaria in quanto riduce la quota di esenzione dei dividendi percepiti dal 95% al 22,26% e si aggiunge alla maggiore tassazione dei rendimenti avvenuta nello scorso mese di luglio. "Una legge che non colpisce le Fondazioni, come crede qualcuno, ma colpisce direttamente i cittadini - commenta la Presidente Cariani - l'effetto sarà quello di ridurre i contributi che riversiamo sul territorio, dunque più tasse e meno servizi". Con questo disegno di legge le Fondazioni verranno tassate esattamente come gli investitori finanziari, senza tenere conto che le attività filantropiche, tipiche delle Fondazioni, si basano proprio sui proventi degli investimenti dei loro patrimoni. Si vuole trasmettere a tutto il territorio un messaggio chiaro e trasparente: "più tasse alle Fondazioni, significa meno contributi per il sociale, per l'arte, per l'istruzione, per la sanità, per la ricerca, per la protezione civile e per la crescita e formazione giovanile" puntualizza la Cariani. "Stiamo ancora attraversando un periodo economico non facile, e i danni del terremoto sono ancora ben presenti, a fatica cerchiamo di suddividere le risorse disponibili, tra recupero del patrimonio, migliorare la sanità e aiuti alle case per anziani. Ora alla luce di questo nuovo prelievo fiscale avremo ancora meno a disposizione per aiutare il nostro territorio".
Conti alla mano, sarà di circa 200.000 euro in più la tassazione per il 2014, quota che va a decurtare il disponibile da erogare nel prossimo anno. "Saremo costretti ad attingere dal fondo di stabilizzazione per le erogazioni per rispettare gli impegni presi" conclude la Presidente Cariani.

L'ACRI, l'Associazione tra Casse e Fondazioni Italiane, fa sapere che:
"Le Fondazioni sono "soggetti dell'organizzazione delle liberta' sociali", come le ha riconosciute la Corte Costituzionale nel 2003 (sentenza n. 300); ovvero sono la preziosa infrastruttura immateriale di un sistema economico e sociale pluralistico, che non attribuisce esclusivamente all'amministrazione pubblica la responsabilità' di perseguire il benessere comune, al contrario afferma, praticamente, il principio di sussidiarietà' e, dunque, l'opportunità' che soggetti diversi contribuiscano ad affrontare e a risolvere problemi d'interesse pubblico. La scelta di un ulteriore incremento della tassazione pare, dunque, incomprensibile per chi vuole valorizzare il ruolo del volontariato e dell'intero mondo del terzo settore, di cui le stesse Fondazioni fanno parte e a cui danno alimento. Inoltre la prospettata decorrenza retroattiva dal 1° gennaio 2014 rischia di impattare sul sostegno ad attività' già' programmate. Cosi', oltre a un rafforzamento dell'irrazionalità' della norma, paiono profilarsi anche elementi di incostituzionalità'."
Nei giorni seguenti all'Assemblea, la Presidente Cariani ha inviato una lettera ai Parlamentari della provincia di Ferrara per sollecitare un loro intervento affinché venga rivista la posizione del Governo in materia di tassazione sulle Fondazioni.
News ed eventi
Già finalista alla I biennale don Patruno del 2015 con un video, lo scorso Ottobre Valeria Talamonti si è aggiudicata il primo premio in questa seconda edizione con una installazione fotografica, mostrando un talento emergente in continua evoluzione.
Nei luoghi più belli della città, da Castel Sismondo al felliniano Cinema Fulgor, si potrà ammirare un percorso che tocca tutte le arti creative: disegno antico e moderno, fumetto e architettura, calligrafia e grafica, pittura e cinema.
Dopo il successo di pubblico ottenuto, chiusa la mostra delle opere selezionate alla seconda biennale d'arte don Patruno a Cento presso il Castello della Rocca, lo scorso 21 Ottobre, è stata la volta della seconda tappa della mostra a Ferrara.
Comunicati stampa
Cento, 6 Giugno 2020.
Si è conclusa con una bella premiazione in diretta streaming, l'edizione speciale del FESTIVAL del Premio Letteratura Ragazzi di Cento, 41° edizione.
01 Luglio 2020
Si è concluso lunedì in tarda serata, il Consiglio di Indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, che aveva all'ordine del giorno l'approvazione del Bilancio d'Esercizio 2019 e la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione.
01 Luglio 2020
Dichiarazione della Presidente Cristiana Fantozzi
08 Maggio 2020
Newsletter
Inserisci qui la tua mail, per ricevere la newsletter periodica

Le informazioni immesse saranno trattate come indicato nell'informativa.
Ho preso visione dell'informativa privacy
Premio Letteratura Ragazzi
Cassa di Risparmio di Cento
Fondazione Teatro Borgatti
Fondazione con il Sud
Coge Emilia Romagna
CSV Ferrara
© 2004 - 2020 - Fondazione Cassa di Risparmio di Cento